Il pensiero del Dao nella medicina tradizionale cinese

In Cina la medicina tradizionale effettua una distinzione delle zone del corpo e delle malattie, basandosi sulla dottrina Yin e Yang. La zona davanti del corpo è considerata Yin che comprende anche gli organi interni invece la zona dietro del corpo è considerata Yang che include anche i capelli e la pelle. Le malattie che rappresentano la debolezza, il freddo e l'inattività (che non reagisce agli stimoli) sono associate a Yin, per quanto riguarda le malattie che riguardano il calore (febbre), forza, movimento e impulsività (schizofrenia) sono associate a Yang. Il medico cinese reputa il corpo umano, una realtà vivente che si introduce armonicamente nell'Universo e visto che nella vita dello stesso Universo, c'è un cambio costante di flussi fra Cielo (Yang) e Terra (Yin), l'essere umano sviluppa la sua vita nel "vuoto mediano - lo Spazio" composto dall'insieme di 6 soffi (4 punti cardinali e 2 orientamenti diretti verso l'alto e il basso). Per quanto riguarda la distinzione degli organi, la medicina tradizionale cinese gli esamina in un modo diverso, rispetto alla medicina occidentale. Gli organi sono trattati in base alle loro funzioni e anche con il legame che hanno con gli altri organi e zone del corpo; quando si esprime un malessere, è la dimostrazione di un elemento discordante, bisogna agire sul cambiamento di questi legami funzionali, sistemando per mezzo dei canali del Qi (Meridiani) il corso di energia, essenziale a tener vivo senza nessun errore, ogni unica zona dell'organismo.

Nessun commento:

Posta un commento

Patners