Traduttore

Depressione e Luce

I nostri progenitori vivevano in aree aperte, esposti alle variazioni cicliche della luce solare. Giorno e notte, estate e inverno. Oggi, noi viviamo rinchiusi tra quattro pareti, immersi nelle luci artificiali. E' possibile che questo graduale allontanamento dallo stile di vita naturale può influenzare in profondità il nostro umore? Certo! Lo dimostra l'influsso della depressione stagionale, che colpisce soprattutto d'inverno quando le ore di luce, sono ridotte al minimo. Ricordiamoci che l'Homo Sapiens, ha conquistato le terre del Nord in tempi parzialmente recenti: la nostra sete di luce rimane quella dei progenitori delle savane africane, il "Regno del Sole". Per questa ragione la depressione stagionale, chiamata SAD (disordine affettivo stagionale) si affronta anche usando la "Terapia della Luce". Nella terapia della luce si utilizzano i "light box", sono delle speciali lampade per la quale ci si esporre per un periodo di tempo, ogni giorno. Attualmente, un gruppo di psichiatri ha dimostrato che la terapia della luce funziona anche per la forte depressione, infatti trenta minuti al giorno di esposizione alla luce fluorescente, più dei consueti farmaci, riduce i sintomi della depressione.