Traduttore

Cuscinetto termico ai noccioli di ciliegia

Usanza svizzera e delle zone alpine italiane che si è diffusa in tutto il mondo. E' un cuscinetto termico per la cervicale, per l'artrosi e i dolori muscolari. La materia prima del cuscinetto è il nocciolo di ciliegia e si può anche applicare sul petto, nelle prime fasi di una bronchite (attenzione alla temperatura). La sua caratteristica è quella di trattenere molto bene sia il calore, sia il freddo quindi, si può considerare materiale isolante. Questo è possibile grazie anche alla presenza di piccole camere d'aria dentro il nocciolo. La tecnologia è minima ma la ciliegia fa il suo buon lavoro. In particolare nella patologia dell'artrosi in cui le applicazioni di calore danno sollievo. Anche per le contrazioni muscolari per i quali in fisioterapia sono stati messi in pratica vari metodi, tra cui i bagni di luce e sabbia, rimedi indicativi ma efficaci. Come è confezionato un cuscinetto termico ai noccioli di ciliegia? Si riempie un piccolo cuscino o le ciambelle per la cervicale da mettere sul collo (si usa lino, cotone, canapa). Poi si riscaldano in un forno preriscaldato a 100°C per pochi minuti, avvolti in carta di alluminio per evitare bruciature. Va bene anche il forno a Microonde per 1 minuto a 700 Watt o il termosifone. Il caldo si espande sulle zone doloranti in maniera uniforme e prolungata. A piacere è possibile aggiungere qualche fiore di lavanda all'interno del cuscinetto. Al contrario lo stesso cuscinetto è ottimo per le contusioni, infatti sostituisce la borsa del ghiaccio. In questo caso lo si mette in freezer!