Traduttore

Domande

Dove prendo il ferro se non mangio la carne?
Nessun problema, ci sono molti cibi vegetali ricchi di ferro e di vitamina C che lo rende assorbibile. In tutti gli alimenti ci sono due tipologie di ferro: eme e non-eme. Il primo tipo è probabilmente il più assimilato dall'organismo, ma si trova solo nella carne. Il vegetariano o vegano è ha rischio di mancanza di ferro? Salvo particolari situazioni (intolleranze alimentari), non è ha rischio. E' anche vero che il ferro non-eme viene assimilato di meno ma è ugualmente vero che la dieta vegetariana, è di per sè ricca di ferro e di vitamina C. Mangiare agrumi, fragole, kiwi, peperoni, pomodori, rucola e cavoli assicuriamo all'organismo il giusto apporto di vitamina C, essenziale per assorbire il ferro non-eme. Per di più, i vegetariani non sono soggetti a un eccesso di calcio contenuto nel latte e i suoi derivati, si sa che il calcio riduce l'assorbimento di ferro. Quali sono gli alimenti più ricchi di calcio? Al primo posto il cacao, 14,3 mg su 100 grammi, a seguire il cioccolato fondente. Il prosciutto, invece, fornisce solo il 2,5 mg per 100 grammi poi c'è il succo di barbabietola, solo 11 mg, i semi e il burro di sesamo, 9-10 mg, i legumi (fagioli, lenticchie, ceci) ne hanno 6-8 mg, i fiocchi di avena 5,2 mg, la frutta come le albicocche, i fichi e le prugne ne hanno 3,5 mg e la frutta secca come le noci, le nocciole e le mandorle ne hanno 2-3 mg. Concludendo, le fonti vegetali di ferro per coloro che non mangiano la carne, non mancano di sicuro. Il ferro non-eme contenuto nei vegetali è favorito a quello eme (carne rossa) perchè quest'ultimo sembra facilitare la trasformazione tumorale delle cellule intestinali e potrebbe essere, una delle cause responsabili della relazione tra l'assunzione di carne e l'aumento del rischio di tumore del colon-retto. 

Nessun commento:

Posta un commento