Piante in ufficio è tutta un'altra storia

Mettere piante negli ambienti di lavoro migliora il benessere psicofisico e anche la produttività ne trarrà i suoi benefici. La dottrina più in voga per interpretare gli effetti delle piante sulla produttività e sul benessere psicologico è quella chiamata "attention restoration - recupero dell'attenzione". Dopo svariati studi, gli psicologi Rachel e Stephen Kaplan, dell'università del Michigan, hanno scoperto che il cervello consuma molte energie per restare attento quando si svolge una mansione lavorativa. Passato un periodo di tempo, seguirà una fatica mentale che diminuirà le capacità del lavoratore e la qualità del lavoro. I Kaplan, affermano che se si ha la possibilità, ogni tanto di attirare la nostra mente su di una pianta, ci permette di assimilare la fatica, di rigenerare le energie ed avere meno ricadute per quanto riguarda la distrazione. Questo fenomeno funziona anche quando si ha la possibilità di poter fare una passeggiata in un bosco, ma possiamo accontentarci anche di prenderci cura di una piccola piantina adagiata sulla nostra scrivania.

Nessun commento:

Posta un commento

Patners