Traduttore

Curare l'influenza con l'Antroposofia

L'Antroposofia, filosofia medica sempre più divulgata può essere praticata anche per curare l'influenza. Facciamo un esempio del metodo antroposofico in medicina: bisogna riportare equilibrio tra il corpo fisico, eterico, astrale e l'io. L'influenza è una malattia che coinvolge l'essere umano nella sua totalità, ossia su tutti e tre i sistemi funzionali. Essa altera l'equilibrio, mantenuto dall'io, e l'unità dei tre sistemi funzionali. C'è una separazione fra il Corpo fisico e il Corpo astrale che l'io non è in grado di riequilibrare. In questi casi, cosa si deve fare? Dal punto di vista terapeutico dobbiamo  aiutare l'io ad incarnarsi profondamente nell'organismo, ossia a riorganizzare l'equilibrio perduto. Ci sono tre metalli che secondo la concezione antroposofica sono adatti a questo scopo: il Ferro meteorico, il Fosforo e il Quarzo. 
  • FERRO METEORICO - è un metallo siderale, cosmico. Dal punto di vista terapeutico da una mano all'io ad incarnarsi profondamente nell'organismo. Quindi aiuta ad organizzarsi e riorganizzare l'equilibrio perduto. 
  • FOSFORO - ricco di calore e luce che si mette a disposizione dell'io. Nel sistema metabolico egli rafforza l'inserimento dell'organizzazione dell'io diminuendo gli sviluppi infiammatori. Nel sistema dei nervi e dei sensi, produce il distacco dell'attività dell'io e del Corpo astrale dalla base fisica specificando una chiara consapevolezza di se. 
  • QUARZO - è, secondo Rudolf Steiner, il portatore dell'organizzazione dell'io, che agisce nel corpo fisico per mezzo della mediazione del calore ovvero energia "libera", che può servire da base per l'attività neurosensoriale, ossia per l'attività senziente e di coscienza. Il preparato, venduto sotto forma di globuli, si configura come una sostanza ordinatrice che rafforza l'organizzazione dell'io da utilizzare sia come profilassi, sia come terapia della sindrome influenzale.
  

Nessun commento:

Posta un commento